La squadra

  • Andrea Muz, il Presidente

Da più di 15 anni membro dell’associazione, nel 2006 ne diventa il presidente. Undici viaggi in Bolivia e una conoscenza radicata della cultura sudamericana sono il suo biglietto da visita. Nel tempo libero lavora come perito elettronico per la FIAT.

  • Davide Zambe, il tuttofare

Storico membro dell’associazione, è il cuore pulsante di ogni iniziativa. Un viaggio in Bolivia e uno in Kenya, è attento osservatore di tutto ciò che succede in Africa. Nel tempo libero è ingegnere dell’ambiente.

  • Fabio Biett’, l’economo

Dalle sembianze teutoniche, è l’uomo che tiene i cordoni della borsa. Alle spalle due viaggi in Bolivia. Attualmente presidente di un cinecircolo, nel tempo libero è (quasi) architetto con un ruolo di responsabilità in una società di telecomunicazioni.

  • Alfredo Giz, il silenzioso

Difficilmente lo sentirete proferire parola, è il “grafico” dell’associazione. Ancora nessun viaggio nel “Sud del Mondo”, ma confidiamo di spedirlo presto sotto l’equatore. Nel tempo libero è (lui sì) architetto e lavora (appunto) in uno studio tecnico.

  • Enrico Frus, il risolutore

Pur essendo il più intelligente e colto della truppa, non viene valorizzato a sufficienza. Salvo poi venire chiamato in causa per risolvere tutti i problemi. Un viaggio in Bolivia e un fascino sorprendente. Nel tempo libero dicono operi nel turismo.

  • Paolo D., l’anziano

Generoso nell’offrire la propria dimora per le riunioni associative, è il membro più anziano insieme al presidente. Tre viaggi in Bolivia e la passione per la fotografia. Nel tempo libero è (quasi) architetto e lavora per un’azienda di tendaggi.

  • Paolo V., il giovane

Prezzemolo, ovunque presente grazie alla sua giovane età. Un viaggio in Bolivia e la faccia tosta (ma pulita) che si addice a uno con i suoi anni. Nel tempo libero studia per curare tutte le malattie conosciute (e anche qualcuna ancora sconosciuta).

  • Gabriele, il non più giovane

Spodestato da Paolo “il giovane” e dal tempo che avanza, si occupa delle faccende sporche (interviene dove gli altri non arrivano). Un viaggio in Bolivia e la presenza costante alle iniziative dell’associazione. Nel tempo libero studia per rendere più giuste le economie del mondo.

  • Giulia, la quota rosa

Inspiegabilmente l’unica presenza femminile della squadra, è piccola ma si fa sentire. Ancora nessun viaggio nel “Sud del Mondo”, ma anche lei sarà spedita quanto prima sotto l’equatore. Nel tempo libero applica garze e somministra flebo agli incolpevoli ospiti di un noto ospedale  piemontese.

  • Riccardo, la recluta

L’ultimo arrivato nell’Associazione, ma non per questo meno importante, che nel giro di pochi incontri si è convinto ad entrare a far parte della squadra ed è stato immediatamente “battezzato” con un viaggio in Bolivia. Un futuro architetto, e testimone del fatto che entrare a far parte de il Girotondo è davvero semplice. Basta volerlo seriamente!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *